Home

09/01/2018 - Rimborsi in conto fiscale: accelerati i tempi di pagamento e priorità ai rimborsi IVA

Rimborsi in conto fiscale: accelerati i tempi di pagamento e priorità ai rimborsi IVA

È stato pubblicato, in Gazzetta Ufficiale 8 gennaio 2018, n. 5 il D.M. 22 dicembre 2017 recante disposizioni in materia di rimborsi da conto fiscale.
Il Dipartimento delle Finanze dà il via libera all’attuazione della riforma prevista da D.L. n. 50/2017 dove erano individuate particolari modalità per il pagamento dei rimborsi, richiesti dai contribuenti, da conto fiscale.
Il decreto si applica a tutti i rimborsi a partire dal 1° gennaio 2018, a prescindere dal periodo di imposta a cui si riferiscono, dando però priorità ai rimborsi IVA.
Gli altri pagamenti, invece, seguiranno la seguente (rigida) sequenzialità:

·         data di erogabilità di più remota;

·         data di presentazione più remota;

·         periodi di riferimento, infrannuale o annuale, più remoto;

·         l’importo minore.


Si fa presente, inoltre, che l’Agenzi a delle Entrate con il Provvedimento 29 dicembre 2017 ha approvato le specifiche tecniche per la trasmissione delle informazioni tra Entrate ed agenti della riscossione ai fini del pagamento dei rimborsi. A partire, infatti, dal 1° gennaio 2018 la trasmissione delle informazioni avviene solo per via telematica.
Si precisa, infine, che eventuali variazioni dei beneficiari, o dei codici IBAN di accreditamento, devono essere comunicati agli uffici territorialmente competenti in relazione al rimborso.

Indice completo SeacInfo

Disponibile online il registro telematico delle società sportive dilettantistiche

Il Coni ha reso disponibile al link https://rssd.coni.it/ la nuova applicazione che consente di accedere al Registro telematico nazionale delle società sportive dilettantistiche.
Il Registro è lo strumento che il Consiglio Nazionale del CONI ha istituito per confermare definitivamente "il riconoscimento ai fini sportivi" alle associazioni/società sportive dilettantistiche, già affiliate alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate ed agli Enti di Promozione Sportiva; l’iscrizione è necessaria per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal legislatore per lo sport dilettantistico.
Tale strumento è:

·         entrato in vigore in data 8 gennaio 2018, anziché il 1° gennaio, per consentire il trasferimento dei dati delle società/associazioni già iscritte dal "vecchio" al nuovo applicativo;

·         stato approvato con Regolamento, frutto della Delibera 18 luglio 2017, n. 1574, che dovrà tuttavia essere aggiornato per via delle novità introdotte dalla Legge di bilancio 2018. Quest’ultima ha infatti introdotto nuove società sportive dilettantistiche con scopo di lucro, le quali dovranno anch’esse iscriversi al registro per poter godere dei relativi benefici fiscali previsti.

Indice completo SeacInfo

Beneficio amianto anche per i lavoratori incentivati all’esodo

La Corte di Cassazione ha stabilito che i lavoratori incentivati all’esodo hanno comunque diritto ad essere informati della possibilità di accedere al "beneficio amianto" previsto dalle norme vigenti a fini contributivi, anche se il superamento delle soglie che legittimano tale diritto è stato certificato dopo l’interruzione del rapporto.
Con la Sentenza n. 216 dell’8 gennaio 2018, di conseguenza, i giudici della Corte Suprema hanno stabilito che i lavoratori non informati di tale possibilità hanno diritto al risarcimento del danno, condannando l’azienda in tal senso respingendo le tesi difensive apportate dalla stessa.

Indice completo SeacInfo

Responsabilità concorrente in caso di mancata vigilanza sull’uso dei dispositivi di sicurezza

In tema di infortuni sul lavoro, la Corte di Cassazione ha statuito la corresponsabilità dell’imprenditore per l’incidente occorso all’operaio caduto da un ponteggio, vista la mancata vigilanza sull’uso effettivo dei dispositivi di protezione forniti.
Con la Sentenza n. 204 dell’8 gennaio 2018 viene ribadito che in capo al datore di lavoro sussiste l’obbligo di sorveglianza circa la concreta adozione delle misure protettive nel corso dell’attività, a nulla rilevando la condotta imprudente da parte del dipendente.

Indice completo SeacInfo