Home

ANCORA UN CONTRIBUTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI AL VIMM

I GIOVANI IMPRENDITORI DI ASCOM PADOVA CONSEGNANO AI RICERCATORI DEL VIMM UN ASSEGNO DEL VALORE DI MILLE EURO

Continua la collaborazione fruttuosa tra il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Ascom di Padova e i ricercatori del VIMM, il braccio operativo della Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata, con a capo prof. Gilberto Muraro, vero e proprio polo di eccellenza dal 1996 a livello internazionale per le ricerche di biologia cellulare e molecolare.
E con questa realtà di eccellenza l’Ascom di Padova ha da tempo instaurato un rapporto virtuoso di sostegno. Il VIMM, ovvero Istituto Veneto di Medicina Molecolare, presieduto dal prof. Francesco Pagano, conta ben 14 gruppi di ricerca, 150 ricercatori provenienti da tutto il mondo e un Comitato Scientifico Internazionale di cui fanno parte 4 premi Nobel.
I Giovani Imprenditori Ascom, con il loro Presidente Riccardo Capitanio assieme a Stefano De Troia, Valentina Bertin, Max Losego e Giuseppe Borin hanno potuto così consegnare un altro contributo alla ricerca, un assegno di mille euro, direttamente nelle mani del prof. Pagano, assieme ad alcuni rappresentanti del VIMM quali l’immunologa Antonella Viola, il bioingegnere Nicola Elvassore, e l’oncologo Francesco Piazza.
“Sappiamo che la velocità della ricerca è fondamentale per il progresso delle cure mediche – ha affermato Riccardo Capitanio – lo stretto legame che c’è tra la ricerca di base e quella clinica, così come sperimentato qui al VIMM, è la garanzia che permette di trasferire rapidamente sui pazienti i risultati delle ricerche che vengono qui effettuate”.

“E’ con vero piacere che da anni sosteniamo e pubblicizziamo l’attività di questo centro, consapevoli che la presenza di poli come questo consente la crescita non solo scientifica, ma anche culturale, economica e sociale di tutto il nostro territorio – ha concluso Capitanio - Il mondo dell’impresa e della ricerca scientifica sembrano apparentemente molto distanti, ma in realtà hanno un obiettivo unico, quello di far progredire e migliorare la vita delle persone”.

 

Padova 28 ottobre 2015