Home

Approvazione del modello per comunicare l’adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante

 

 

 

Come noto, l’art. 3, comma 1, del D.L. 2 marzo 2012, n. 16 (cosiddetto “Decreto sulle semplificazioni fiscali”), ha previsto una deroga al divieto di trasferimento di denaro contante per importi superiori a 1.000 euro, nei confronti:

-          dei soggetti che svolgono attività di commercio al dettaglio ed assimilate, indicate nell’art. 22 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, per le quali non vi è l’obbligo di emissione della fattura, se non richiesta dal cliente all’effettuazione dell’operazione, tra cui, a titolo di esempio, le operazioni di commercio al minuto autorizzato in locali aperti al pubblico, le prestazioni alberghiere, la somministrazione di alimenti e bevande in pubblici esercizi, le prestazioni di trasporto di persone, le prestazioni di servizi rese nell’esercizio di imprese in locali aperti al pubblico;

-          delle agenzie di viaggio e turismo, che effettuano operazioni per l’organizzazione di pacchetti turistici costituiti da viaggi, vacanze, circuiti tutto compreso e connessi servizi, di cui all’art. 74-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633;

qualora effettuino tali operazioni nei confronti di persone fisiche aventi cittadinanza al di fuori dell’Italia e dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo e siano residenti al di fuori del territorio dello Stato.

Al tal fine, occorre che i predetti soggetti trasmettano una preventiva comunicazione all’Agenzia delle Entrate e pongano in essere determinati adempimenti, ossia:

-          acquisiscano, all’effettuazione delle operazioni in questione, fotocopia del passaporto ed autocertificazione del cliente, attestante la cittadinanza e la residenza dello stesso;

-          versino, entro il giorno successivo, il denaro contante in un conto corrente intestato al cedente o prestatore, acceso presso un istituto di credito, consegnando allo stesso fotocopia dei predetti documenti e della fattura o della ricevuta o dello scontrino fiscale emesso.

Ora, con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 23 marzo 2012, è stato approvato il modello, con le relative istruzioni, per comunicare l’adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante.

Tale modello deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente con modalità telematica, direttamente dai contribuenti o tramite Ascom Padova in qualità di intermediario abilitato.

Si ricorda che il modello deve essere presentato all’Amministrazione finanziaria prima di effettuare le operazioni in questione.

Al riguardo, nel provvedimento in esame, si precisa che, con riferimento alle operazioni effettuate dal 2 marzo al 10 aprile 2012, per le quali si è fruito o si intende fruire delle disposizioni di deroga al divieto di trasferimento del denaro contante, il modello deve essere presentato entro il 10 aprile 2012.

Nel predetto periodo transitorio, se la prima operazione è antecedente alla comunicazione, in quest’ultima deve essere indicata, in luogo della data di sottoscrizione, la data di effettuazione di tale operazione.