Home

NUOVA LEGGE DI STABILITA'

legge stabilita

LA NUOVA LEGGE DI STABILITA’:  DEDUCIBILITA’ CANONI LEASING, DETRAZIONE INTERVENTI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA, RIVALUTAZIONI BENI D’IMPRESA E PARTECIPAZIONI

L’Ufficio Tributario di Ascom Confcommercio Padova vi comunica che è stata pubblicata la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. “Legge di stabilità 2014”, che entra in vigore dall’1.1.2014, e che nel corso dell’iter parlamentare ha subito una serie di significative modifiche.

Di seguito vediamo alcune delle novità di maggiore impatto per i contribuenti:

PAGAMENTO CANONI LOCAZIONE IMMOBILI ABITATIVI

In deroga al limite di € 1.000 per i pagamenti in contanti, viene disposto l’obbligo di effettuare il pagamento dei canoni di locazione di immobili abitativi, a prescindere dal relativo ammontare, con mezzi di pagamento diversi dal contante (ad esempio, bonifico bancario, assegno, ecc.) in grado di assicurare la tracciabilità, anche ai fini dell’asseverazione di patti contrattuali per la fruizione, da parte del locatore / conduttore, di agevolazioni e detrazioni fiscali. Tale disposizione non opera per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per le locazioni di immobili strumentali.

DEDUZIONE ACE E INCREMENTO ALIQUOTA

Viene aumentata la misura dell’aliquota applicabile ai fini della deduzione ACE, che era fissata al 3% fino al 2013: sarà pari al 4% per il 2014; 4,5% per il 2015; 4,75% per il 2016.

DETRAZIONE INTERVENTI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Viene disposta un’ulteriore proroga della detrazione IRPEF / IRES relativamente ai lavori di riqualificazione energetica nella misura del: 65% per le spese sostenute nel periodo 6.6.2013 – 31.12.2014 (anziché 31.12.2013); 50% per le spese sostenute dall’1.1 al 31.12.2015. Relativamente agli interventi su parti comuni condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio la detrazione spetta nella misura del 65% con riferimento alle spese sostenute nel periodo 6.6.2013 – 30.6.2015 (anziché 30.6.2014) e del 50% per le spese sostenute dall’1.7.2015 al 30.6.2016.

DETRAZIONE INTERVENTI RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

Anche questa tipologia di detrazione viene prorogata, con il tetto massimo di € 96.000, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio In particolare la detrazione è riconosciuta nella misura del: 50% per le spese sostenute nel periodo 26.6.2012 – 31.12.2014 (anziché 31.12.2013); 40% per le spese sostenute dall’1.1 al 31.12.2015. Dal 2016 la detrazione spetterà nella misura prevista a regime (36%, con il limite di spesa di € 48.000).

DETRAZIONE ACQUISTO MOBILI / ELETTRODOMESTICI

Nell’ambito della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio, viene anche prorogata dal 31.12.2013 al 31.12.2014 la detrazione IRPEF del 50%, per le spese sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione nonché di grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni). L’agevolazione spetta dunque per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 31.12.2014 ed è calcolata su un importo non superiore a € 10.000.

RIVALUTAZIONE BENI D’IMPRESA E PARTECIPAZIONI

È “riproposta” la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni La rivalutazione va effettuata nel bilancio 2013 e deve riguardare tutti i beni risultanti dal bilancio al 31.12.2012 appartenenti alla stessa categoria omogenea. Il maggior valore dei beni è riconosciuto ai fini fiscali a partire dal terzo esercizio successivo a quello della rivalutazione (in generale, dal 2016) tramite il versamento di un’imposta sostitutiva determinata nelle seguenti misure: 16% per i beni ammortizzabili; 12% per i beni non ammortizzabili. da versare in 3 rate annuali, senza interessi, entro il termine previsto per il saldo delle imposte sui redditi. Gli importi dovuti possono essere compensati con eventuali crediti disponibili.

RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI

Viene prevista anche la riapertura della possibilità di rideterminare il costo di acquisto di: •terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi; •partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di proprietà e usufrutto; alla data dell’1.1.2014, non in regime di impresa, da parte di persone fisiche, società semplici e associazioni professionali, nonché di enti non commerciali. È fissato al 30.6.2014 il termine entro il quale provvedere alla redazione ed all’asseverazione della perizia di stima e al versamento dell’imposta sostitutiva calcolata applicando al valore del terreno o della partecipazione risultante dalla perizia, le seguenti aliquote: •2% per le partecipazioni non qualificate; •4% per le partecipazioni qualificate e per i terreni.

DEDUCIBILITÀ CANONI DI LEASING

Sono nuovamente modificate le regole di deducibilità dei canoni di leasing, attraverso la modifica del periodo minimo di durata per consentire la deducibilità dei canoni. Infatti, ancorché rimanga confermato che gli stessi possono essere dedotti in un lasso di tempo che non può essere inferiore a quello fissato dal comma 7 dell’art. 102 TUIR, legato al periodo d’ammortamento risultante dall’applicazione dei coefficienti ministeriali, il periodo minimo è ora pari: alla metà per la generalità dei beni mobili; a 12 anni per i beni immobili. Rimane confermato in misura corrispondente all’intero periodo d’ammortamento il periodo minimo di durata del leasing avente ad oggetto i veicoli a deducibilità limitata (autovetture in generale). Le predette novità sono applicabili ai contratti stipulati dall’1.1.2014.

INDENNIZZO ROTTAMAZIONE LICENZE

É prorogato al 31.12.2016 l’indennizzo di cui al D.Lgs. n. 207/96 riconosciuto agli operatori del settore commerciale e turistico che cessano l’attività nei 3 anni precedenti il pensionamento di vecchiaia nel periodo 1.1.2012 – 31.12.2016. Le domande possono essere presentate entro il 31.1.2017. Conseguentemente è prorogato fino al 2018 l’aumento dello 0,09% della contribuzione della Gestione IVS commercianti.

ALIQUOTA CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA INPS

Dal 2014, l’aliquota relativa ai contributi vesati alla gestione separata Inps (per es.amministratori, associati in partecipazione ) passa dal 21% al 22% per pensionati ed iscritti ad altre forme previdenziali e passerà al 23,5% dal 2015. Per gli altri l’aliquota contributiva è confermata al 27,72%.

COMPENSAZIONE CREDITI D’IMPOSTA SUPERIORI A € 15.000

Analogamente a quanto già previsto ai fini IVA, per poter utilizzare in compensazione nel mod. F24 eventuali crediti IRPEF, IRES, IRAP, ritenute alla fonte, imposte sostitutive per importi superiori a € 15.000 annui , sarà necessaria l’apposizione del visto di conformità alla relativa dichiarazione. La nuova disposizione è applicabile già ai crediti 2013, utilizzabili nel 2014.

AUTOTRASPORTATORI E FATTURAZIONE

E’ stato soppresso l’obbligo, per gli autotrasportatori, di emettere la fattura entro la fine del mese di svolgimento della prestazione.

DECORRENZA OBBLIGO APE

È modificata la decorrenza, stabilita dall’art. 6, comma 3-bis, DL n. 63/2013 (c.d. “Decreto Energia”), dell’obbligo, previsto a pena di nullità, di allegare l’APE (attestato di prestazione energetica) ai contratti di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito nonché ai contratti di locazione. In particolare l’obbligo (in origine previsto dal 6.6.2013) è ora ancorato alla data di entrata in vigore del Decreto di adeguamento delle Linee guida di certificazione energetica degli edifici, contenute in un apposito DM.

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Ricordiamo infine le variazioni intervenute relativamente alle imposte indirette su trasferimenti immobiliari

Tipologie di atti

Imposta registro

Imposta ipotecaria

Imposta catastale

- atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili in genere e atti traslativi o costitutivi di diritti reali immobiliari di godimento, compresi la rinuncia pura e semplice agli stessi, i provvedimenti di espropriazione per pubblica utilità e i trasferimenti coattivi

9% (*)

50 euro

50 euro

- atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di terreni agricoli acquistati da soggetti diversi dai coltivatori diretti e dagli Iap (gli imprenditori agricoli a titolo principale) iscritti nella relativa gestione previdenziale

12% (*)

50 euro

50 euro

- atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di terreni agricoli acquistati da coltivatori diretti e Iap (che siano iscritti alla relativa gestione previdenziale) e da società agricole

200

200

1%

- trasferimento di case di abitazione, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9, ove ricorrano le condizioni per usufruire dell’agevolazione prima casa

2% (*)

50 euro

50 euro

- altri atti traslativi diversi da quelli precedenti

9% (*)

200 euro

200 euro

(*) Imposta minima 1.000 euro

Per chiarificazioni si prega di prendere contatti con gli uffici Contabilità di Ascom Padova al numero 049.8209711