Home

VENERDI’ 15 SETTEMBRE A PADOVA PER CAPIRE COME USARE I FONDI EUROPEI

“DARE FONDO AI FONDI”: VENERDI’ PROSSIMO, 15 SETTEMBRE, PADOVA DIVENTA LA “CAPITALE” DEL NORDEST ITALIANO PER CAPIRE COME USARE AL MEGLIO LE OPPORTUNITA’ OFFERTE DALL’UNIONE EUROPEA.
DUE I MOMENTI CONGRESSUALI AL QUALE INTERVERRANNO DONNE E UOMINI DELLE ISTITUZIONI E DELL’ASSOCIAZIONISMO LOCALI, NAZIONALI ED EUROPEI: LA MATTINA NELLA SALA CONFERENZE DELLA CCIAA IN PIAZZA ZANELLATO E IL POMERIGGIO ALL’ASCOM IN PIAZZA BARDELLA

In occasione dei 60 anni dalla firma dei trattati di Roma Confcommercio Imprese per l’Italia, con il supporto della propria delegazione presso l’UE e della rappresentanza in Italia della Commissione europea, ha avviato un road-show dal titolo "Dare fondo ai fondi: come usare al meglio le opportunità dell'UE".
E Padova rappresenterà la tappa nordestina, la terza delle cinque programmate in ognuna delle cosiddette “aree Nelsen”.
E’ un’opportunità da non mancare – ha anticipato il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Patrizio Bertin – visto che i nostri imprenditori potranno partecipare alla giornata di lavori e approfondimenti che prevede due momenti congressuali”.
Nel corso della mattina presso la sala conferenze della Camera di Commercio in piazza Zanellato a partire dalle 10 si terrà il convegno dal tema “Dare fondo ai fondi: come usare al meglio le opportunità dell’UE”, mentre nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30, si terrà presso la sede dell’Ascom di Padova (Piazza Bardella) il workshop di approfondimento relativo a “I programmi a gestione diretta della Commissione Europea 2014 – 2020”.
La giornata prevede una serie di interventi introduttivi: con Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom padovana e Massimo Zanon, presidente di Confcommercio Veneto, ci saranno Fernando Zilio, presidente della Camera di Commercio di Padova; Enrico Postacchini, presidente di Confcommercio Emilia – Romagna; Francesco Rivolta, direttore generale di Confcommercio e Alberto Marchiori, incaricato per le politiche Ue di Confcommercio.
A seguire, moderata dallo stesso Marchiori, la tavola rotonda che vedrà confrontarsi i rappresentanti istituzionali: da Sergio Giordani, sindaco di Padova a Morena Diazzi dell’Autorità di Gestione POR FESR e FSE Emilia – Romagna 2014-2020; da Wania Moschetta, Autorità di gestione del POR FESR Friuli – Venezia Giulia 2014-2020 a Maria Rosa Pavanello, presidente dell’Anci Veneto.
Alla tavola rotonda interverranno inoltre Francesco Laera, dell’Ufficio di Rappresentanza della Commissione Europea di Milano, gli eurodeputati Isabella Del Monte, Elly Schlein, Remo Sernagiotto e Marco Zurlo oltre ad un rappresentante della Regione Veneto.
Nel pomeriggio i partecipanti si trasferiranno nella sede dell’Ascom per il workshop “I programmi a gestione diretta della Commissione Europea 2014-2020” che si aprirà con l’intervento di Marisa Ameli, responsabile della Delegazione di Confcommercio presso l’Ue per proseguire con gli aspetti teorici in capo a Mauro Cappello, esperto di Fondi Europei e dell’avv. Roberta Mancia, esperta di progettazione europea.
La giornata si concluderà con un esercizio pratico proposto da Francesco Cisternino e Veronica Favalli che coinvolgeranno i presenti su un’esercitazione pratica nel corso della quale verrà chiesto di elaborare uno scherma di progetto europeo.
“Confcommercio – ha detto il presidente dell’Ascom, Patrizio Bertin - da anni è impegnata a diffondere tra i propri associati i valori su cui si fonda l’Unione Europea, tra cui l’accesso alle diverse forme di finanziamento utilizzabili da cittadini e imprenditori e delle quali non sempre siamo in grado di essere fruitori attenti.
Conoscere le prospettive e le opportunità di finanziamento, sondare gli aspetti pratici dei bandi europei, imparare a leggerli per poi preparare un progetto europeo sono gli obiettivi di una giornata che vedrà Padova (e di questo siamo grati a Confcommercio), protagonista di un passaggio importante per quella presa di coscienza che, al di là delle difficoltà, deve vederci cittadini ed imprenditori europei convinti di poter essere protagonisti di un grande progetto a vantaggio, soprattutto, delle generazioni future”.

Programma della giornata

 

Padova 12 settembre 2017