Home

MERCATO DEL VENERDI AD ALBIGNASEGO SPOSTATO A DICEMBRE: GLI AMBULANTI ASCOM CONTRARI


IL COMUNE DI ALBIGNASEGO DECISO A SPOSTARE, ANCHE QUEST’ANNO, IL MERCATO DEL VENERDI’ NEL MESE DI DICEMBRE PER FAR POSTO ALLA PISTA DEL GHIACCIO E AD UN’ALTRA STRUTTURA.

SATTIN (FIVA ASCOM PADOVA): “COLLEGHI PENALIZZATI NEL MOMENTO IN CUI, TRADIZIONALMENTE, SI REGISTRANO I MAGGIORI INCASSI”
Arriva Natale e col Natale arriva, puntuale, la polemica tra gli ambulanti ed il comune di Albignasego.
“Anche quest’anno – dichiara il presidente degli ambulanti della Fiva Ascom di Padova, Ilario Sattin – il comune per tutto il mese di dicembre “requisisce” di fatto piazza del Donatore, abitualmente destinata al mercato del venerdì, per installarci la pista del ghiaccio ed una struttura per altre iniziative. Provvedimento lesivo degli interessi di una categoria che durante tutto l’anno contribuisce a mantenere viva la comunità locale e purtroppo, giusto nel momento in cui le dinamiche commerciali fanno registrare i maggiori incassi, viene penalizzata con uno spostamento che un sondaggio tra gli operatori ha rigettato con una percentuale del 98%”.
Un problema, questo dello spostamento del mercato, oggettivamente non nuovo ma che gli ambulanti vivono come una sorta di illogica penalizzazione. 
“Dislocare il mercato in via XVI Marzo – continua Sattin – è una soluzione che non può soddisfare e i nostri soci avanzano molti dubbi anche sulla proposta di destinare il mercato, a titolo sperimentale e solo per i venerdì 8 e 29 dicembre, in via Roma, dalla rotonda di piazza del Donatore alla rotonda di piazza Confortini. Purtroppo l’ubicazione stabile del posteggio è un po’ quello che il negozio rappresenta per i colleghi in sede fissa: cambiarlo significa disorientare la clientela e, per conseguenza, influire sulle vendite”. 
Il comune, comunque, non sembra intenzionato a recedere dal suo proposito.
“E sbaglia - conclude il presidente degli ambulanti della Fiva Ascom di Padova – perché a lungo andare, un atteggiamento così palesemente contrario all’attività degli ambulanti potrebbe convincerli a valutare l’ipotesi di operare su altre piazze. Non solo a Natale ma nel corso dell’intero anno. A quel punto la vivacità del mercato del venerdì di Albignasego sarebbe solo un pallido ricordo”.

PADOVA 2 ottobre 2017