Home

06/11/2017 - Nuovo bonus verde: bozza Legge di Bilancio 2018

Nuovo bonus verde: bozza Legge di Bilancio 2018

Recentemente è approdato al Senato, ed ora inizia l’iter parlamentare, il Ddl della "Legge di Bilancio 2018".
Tra le misure previste è stata introdotta, per il 2018, una detrazione IRPEF, nella misura del 36%, su una spesa massima di euro 5000 per unità immobiliare ad uso abitativo, fruibile dal proprietario/detentore dell’immobile sul quale sono effettuati interventi di:

·         "sistemazione a verde" di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;

·         realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.


La nuova detrazione:

·         spetta anche quando i predetti interventi sono effettuati su parti comuni esterne di edifici condominiali;

·         spetta anche per le spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi agevolati;
è fruibile a condizione che i pagamenti siano effettuati tramite strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni;

·         va ripartita in 10 rate annuali di pari importo, a decorrere dall’anno di sostenimento.

Indice completo SeacInfo

Niente sanzione al dipendente senza la prova certa che abbia evitato la visita fiscale

In merito alle sanzioni disciplinari, la Corte di Cassazione ha statuito l’illegittimità del provvedimento nei confronti della dipendente soltanto perché non è stata trovata a casa dal medico per la visita fiscale durante la malattia.
La Suprema Corte, con la Sentenza n. 26159 del 3 novembre 2017, ha sottolineato la buona fede della lavoratrice, convinta di aver comunicato all’azienda il suo nuovo domicilio, come dimostra la comunicazione già avvenuta in passato da parte dell’impresa di documenti all’indirizzo esatto. Nel caso di specie non sussiste la prova dell’omissione contestata e, comunque, compete al datore di lavoro dimostrare i presupposti e la proporzionalità della sanzione irrogata.

Indice completo SeacInfo

Solo la ricevuta della raccomandata di deposito in Comune perfeziona la notifica della cartella

In materia di notifica delle cartelle, la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso dell’INAIL e cassando con rinvio la sentenza di secondo grado, ha stabilito che nei casi di "irreperibilità relativa" del destinatario, ai fini del perfezionamento della notifica della cartella di pagamento, "è necessario [.] che siano attuati tutti gli adempimenti prescritti, incluso l’inoltro al destinatario e l’effettiva ricezione della raccomandata informativa del deposito presso la casa comunale".
Con la Sentenza n. 26165 del 3 novembre 2017, i giudici della Corte Suprema hanno pertanto stabilito che ai fini della corretta esecuzione della notifica non è sufficiente la sola spedizione o che comunque siano decorsi 10 giorni dalla spedizione della lettera informativa di giacenza.

Indice completo SeacInfo

Niente TFR se tra domanda al Fondo di garanzia e deposito del ricorso trascorrono 1 anno e 300 giorni

Con la Sentenza n. 26163 del 3 novembre 2017 la Corte di Cassazione interviene in merito alla legittimità della richiesta d’intervento del Fondo di Garanzia del TFR ad avvenuta cessazione dell’attività dell’impresa.
Nello specifico la Suprema Corte ha sentenziato che, qualora il lasso temporale, tra il deposito in giudizio e la domanda del lavoratore presentata all’INPS, sia superiore all’anno e 300 giorni concessi a riguardo dalla norma, detta richiesta di liquidazione della prestazione del Fondo risulta illegittima.

Indice completo SeacInfo

Dall’INPS le modalità di richiesta e fruizione dello sgravio ddl per gli accordi di conciliazione vita-lavoro

Con la Circolare n. 163 del 3 novembre 2017 l’INPS interviene fornendo indicazioni circa l’attribuzione dello sgravio contributivo spettante alle imprese, che stipulano accordi aziendali inerenti la conciliazione tra vita professionale e quella privata.
Dopo aver fatto una disamina del quadro normativo di riferimento, dei destinatari e dei requisiti necessari per l’ottenimento del beneficio, l’Istituto fornisce istruzioni circa:

·         la misura e il calcolo dello sgravio;

·         la modalità d’accesso;

·         l’ammissione e la fruizione dello stesso.

Indice completo SeacInfo