Home

SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELL’ASCOM, FERNANDO ZILIO, PER LA SENTENZA DEL TAR

zilio2 CHE BLOCCA LA REALIZZAZIONE DI DUE CENTRI COMMERCIALI NEL VENETO.


“E ADESSO ATTENDIAMO CON FIDUCIA LA DECISIONE DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLE APERTURE FESTIVE E GLI ORARI”
Assessore Coppola 1 centri commerciali 0.
Il primo round della contrapposizione in atto tra grande distribuzione e assessorato regionale finisce in favore del secondo e suscita, se non proprio l’entusiasmo, di sicuro la soddisfazione ed il plauso del presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Fernando Zilio.
“La sentenza del Tar – commenta Zilio – che ha respinto i ricorsi di due società intenzionate ad aprire nuovi centri commerciali in provincia di Verona e di Treviso nonostante la moratoria imposta dalla Regione, conferma la validità delle scelte dell’assessore Coppola che, sulla scorta delle nostre richieste, sta seguendo la linea di non consentire una proliferazione di grandi strutture di vendita non giustificate né dall’economia e nemmeno dal buon senso”.

 


In buona sostanza il Tar ha ritenuto assolutamente motivata e giustificata la scelta della Regione di fissare la moratoria di un anno in vista di un futuro nuovo provvedimento legislativo in materia ribadendo, in tal modo, la competenza costituzionale della Regione in campo commerciale.

 

“Ciò che più conta – ha aggiunto il presidente dell’Ascom – è che la decisione del Tar apre buone prospettive in vista della decisione della Consulta che, nelle prossime settimane dovrà decidere anche sulla competenza regionale in materia di orari e aperture festive. Chiaro che a questo punto abbiamo fondate speranze che la competenza esclusiva della Regione venga confermata anche in sede di Corte Costituzionale, il che equivarrebbe a dire che il “sempre aperto” verrebbe ampiamente ridimensionato”.
Infine l’apprezzamento di Zilio per l’azione dell’assessore regionale.
“In un contesto politico che non induce all’ottimismo e che anzi ci vede impegnati a contrastare l’accaparramento sistematico dei fondi pubblici da parte dei partiti, la caparbietà dell’assessore Isi Coppola in favore del mantenimento di una trazione commerciale che non è retroguardia ma valorizzazione della propria storia e della propria cultura, va totalmente apprezzata a dimostrazione che anche la classe politica, quando vuole ascoltare i cittadini e si impegna nel territorio, può fare molto e anche molto bene!”

PADOVA 29 MAGGIO 2012