Home

16/03/2020 - Versamenti del 16 marzo rinviati: lo anticipano con Comunicato Stampa MEF e Agenzia delle Entrate

Versamenti del 16 marzo rinviati: lo anticipano con Comunicato Stampa MEF e Agenzia delle Entrate

In attesa dell’emanazione del Decreto del Consiglio dei Ministri, il MEF con Comunicato Stampa 13 marzo 2020, n. 50 e l’Agenzia delle Entrate con Comunicato Stampa 13 marzo 2020 hanno annunciato la proroga dei versamenti in scadenza in data odierna (16 marzo 2020).
Tuttavia, leggendo la bozza del Decreto sembrerebbe che lo slittamento dei versamenti in scadenza oggi sia previsto solo per i contribuenti con volume d’affari 2019 non superiore ad euro 2.000.000.
Il MEF ha, inoltre, annunciato che con il sopracitato decreto saranno previste ulteriori sospensioni dei termini e misure fiscali a sostegno di imprese, professionisti e partite IVA colpite dagli effetti dell’emergenza sanitaria del Covid-19.

Indice completo SeacInfo

ISA: approvazione modifiche applicabili al periodo d’imposta 2019

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 13 marzo 2020, n. 66, il Decreto MEF 28 febbraio 2020 recante modifiche agli indici sintetici di affidabilità fiscale, approvati con D.M. 28 dicembre 2018 e con D.M. 24 dicembre 2019, applicabili al periodo d’imposta 2019.
In particolare il Decreto in oggetto ha:

·         disposto delle variazioni alla territorialità e alle note tecniche e metodologiche;

·         individuato gli indici di concentrazione della domanda e dell’offerta per area territoriale;

·         previsto che gli ISA approvati con i decreti MEF 28 dicembre 2018 e 24 dicembre 2019, non si applicano, per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019, nei confronti dei soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione partecipanti a un gruppo IVA.


Gli ISA, così modificati, rilevano ai fini dell’accesso al regime premiale e delle attività di analisi del rischio di evasione fiscale.

Indice completo SeacInfo

Commissioni pos addebitate da società britannica ed esterometro: interpello

Con Risposta a interpello 11 marzo 2020, n. 91, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in relazione all’eventuale obbligo di comunicazione dei dati tramite esterometro per le commissioni "POS" addebitate da una società residente a Londra.
L’Agenzia ha ricordato che tale adempimento, a differenza dello "spesometro" non è limitato alle sole operazioni rilevanti ai fini IVA, ma riguarda tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato.
Tuttavia, il committente italiano deve adempiere agli obblighi IVA per tale operazione tramite reverse charge, integrando la fattura ricevuta con il regime di esenzione IVA di cui all’articolo 10, comma 1, n. 1, D.P.R. n. 633/1972. Qualora scelga di comunicare l’integrazione della fattura tramite SdI con modalità elettronica, non è tenuto a comunicare l’operazione anche tramite esterometro.< br />
Indice completo SeacInfo

Emergenza Coronavirus: l’Agenzia delle Entrate sospende accertamenti fiscali e verifiche

Alla luce delle disposizioni di cui al DPCM 11 marzo 2020, il quale ha varato misure ulteriormente stringenti per il contrasto alla diffusione del COVID-19, l’Agenzia delle Entrate, con Comunicato stampa del 12 marzo 2020, ha reso nota la sospensione delle attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario da parte dei propri uffici, ad eccezione di quelli in imminente scadenza, o sospesi in base ad espresse previsioni normative.

Indice completo SeacInfo

L’indennità di maternità è dovuta anche se durante l’astensione la dipendente percepisce compensi

Con la Sentenza n. 7089 del 12 marzo 2020, la Corte di Cassazione ha confermato che l’indennità di maternità erogata dall’INPS prescinde dallo stato di effettivo bisogno della donna, pertanto non rileva la quantità e la qualità dei redditi percepiti nel periodo indennizzato.
Infatti, colei che durante il periodo di astensione obbligatoria percepisce redditi non connessi all’attività lavorativa principale, ha comunque diritto a percepire l’indennità di maternità; nel caso di specie la dipendente aveva percepito i compensi in qualità di amministratrice di s.r.l. pur avendo dimostrato di non aver lavorato nel periodo in questione.

Indice completo SeacInfo

Emergenza Covid-19: potenziamento dei canali telefonici e telematici INPS a servizio dei cittadini

L’INPS, a seguito del DPCM 9 marzo 2020 per contrastare la diffusione del COVID-19, ha stabilito che tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici ed integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale.
Con il Comunicato stampa dell’11 marzo 2020, l’Istituto ha sottolineato che i suddetti servizi sono attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 - 12.30). Inoltre, il Contact center nazionale, numero 803 164 da rete fissa, e 06 164 164 da telefonia mobile, rimane attivo nelle forme consuete.

Indice completo SeacInfo

Per l’emergenza Coronavirus, anche la richiesta di convalida delle dimissioni diventa on-line

A seguito delle misure di contenimento e prevenzione dovute dall’emergenza epidemiologica, l’INL con la Nota Protocollo 2181 del 12 marzo 2020, ha previsto la possibilità di inviare la richiesta di convalida delle dimissioni con modalità telematiche, senza doversi recare personalmente all’ITL.
La procedura è ammessa per i soli soggetti obbligati alla convalida delle dimissioni/risoluzione consensuale ai sensi dell’art. 55 del D.Lgs. n. 151/2001 e solo per il periodo di vigenza dello stato di emergenza.

Indice completo SeacInfo

Protocollo condiviso sulle misure di sicurezza in azienda contro il Covid-19

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha promosso la sottoscrizione di un protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto dal Governo e dalle Parti sociali il 14 marzo 2020.
Il Protocollo intende fornire un decalogo uniforme delle misure di sicurezza e prevenzione per le aziende che proseguono l’attività lavorativa, non potendo ricorrere alle altre misure, quali smart-working, collocamento in ferie o in congedo, chiusura dei reparti non necessari.

Indice completo SeacInfo