Home

08/10/2020 - Rimosse Isole Cayman e Oman dalla lista UE dei paradisi fiscali

Rimosse Isole Cayman e Oman dalla lista UE dei paradisi fiscali

Con Comunicato stampa 6 ottobre 2020, il Consiglio dell’UE ha annunciato di aver modificato la lista UE delle giurisdizioni non cooperative a fini fiscali:

·  aggiungendo Anguilla e Barbados;

·  rimuovendo, invece, le Isole Cayman e l’Oman.


In particolare, la rimozione è stata motivata:

·  per quanto riguarda le Isole Cayman, dall’adozione, nel settembre 2020, di nuove riforme del quadro relativo ai fondi di investimento;

·  per quanto riguarda l’Oman, dalla ratifica della Convenzione dell’OCSE sulla reciproca assistenza amministrativa in materia fiscale e dall’adozione della normativa per consentire lo scambio automatico di informazioni e delle misure necessarie per attivare rapporti di scambio di informazioni con l’insieme degli Stati membri UE.

Indice completo SeacInfo

Il cambio di mansioni non giustifica la mancata erogazione della formazione in materia di sicurezza

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 26813/2020, ha confermato la pena dell’ammenda di 1200 euro applicata al datore di lavoro che non ha garantito ad una dipendente un’adeguata formazione in materia di sicurezza.
Il datore di lavoro si è giustificato sostenendo che la lavoratrice, inizialmente assunta con le mansioni di addetta al magazzino e carrellista, non ha mai conservato una mansione stabile all’interno dell’azienda.
Tuttavia, la Corte Suprema ha precisato che il suddetto cambio di mansioni non rappresenta un’esimente, ma anzi rende ancora più rigorosa la necessità di assicurare un’adeguata formazione sui rischi correlati all’attività svolta.

Indice completo SeacInfo

Diffida accertativa: ulteriori indicazioni sulle nuove procedure di notifica e conciliazione

Facendo seguito alla Circolare n. 6/2020, con cui l’INL aveva fornito al personale ispettivo le prime indicazioni sulle modifiche alla disciplina della diffida accertativa, l’Ispettorato è nuovamente intervenuto, con la Nota n. 811 del 7 ottobre 2020, a fornire indicazioni sulle procedure di notifica della nuova diffida accertativa e sulla gestione delle attività di conciliazione e difesa eventualmente promosse dai destinatari del provvedimento.

Indice completo SeacInfo

Emergenza Coronavirus: prorogato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 248 del 7 ottobre 2020, la Delibera del Consiglio dei Ministri del 7 ottobre 2020 che proroga lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Indice completo SeacInfo

In Gazzetta il Decreto Legge con nuove misure di contrasto alla diffusione del contagio da COVID-19

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 248 del 7 ottobre 2020, il Decreto Legge n. 125 del 7 ottobre 2020, recante "Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l’attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020".
In particolare, il suddetto decreto prevede che, dall’8 ottobre 2020, i dispositivi di protezione individuale dovranno essere indossati in tutti i luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto, salvo che per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi. Esclusi dall’obbligo i soggetti che svolgono attività sportiva, i bambini con meno di 6 anni e i sogget ti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.
Sono inoltre fatti salvi i protocolli e linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, con la conseguenza che nei luoghi di lavoro continuano ad applicarsi le vigenti regole di sicurezza.

Indice completo SeacInfo