Home

MISURE A SOSTEGNO DEL LAVORO NEL DECRETO #CURAITALIA DEL 17 MARZO 2020


MISURE A SOSTEGNO DEL LAVORO CONTENUTE NEL DECRETO #CURAITALIA 17 MARZO 2020 N. 18

CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

Cassa integrazione in deroga per le aziende che occupano fino a 5 dipendenti, previo accordo, che può essere concluso anche in via telematica, con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale.
Durata: nove settimane.

AMMORTIZZATORI SOCIALI PER AZIENDE CON ALMENO 6 DIPENDENTI

Per le aziende con almeno 6 dipendenti è possibile presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”.
Durata: nove settimane entro il mese di agosto 2020.

NORME SPECIALI IN MATERIA DI RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO E DI SOSTEGNO AI LAVORATORI

Congedo continuativo o frazionato non superiore a 15 giorni per genitori lavoratori dipendenti del settore privato con figli di età non superiore a 12 anni, è riconosciuta una indennità pari al 50 % della retribuzione.

In alternativa è previsto un bonus di 600,00 euro per servizi di baby-sitting.

Estensione dei permessi retribuiti Legge 104: il numero di giorni di permesso retribuito è incrementato di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

PERIODO DI SORVEGLIANZA

Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva in permanenza domiciliare fiduciaria è equiparato alla malattia.

NASPI / DISOCCUPAZIONE CO.CO.CO.

I termini di presentazione della domanda di disoccupazione NASPI/DISCOLL passano da 68 a 128 giorni.

PREMIO PER I LAVORATORI

Premio di importo pari a 100,00 euro a favore dei lavoratori dipendenti che siano titolari di un reddito non superiore a 40.000,00 euro annui, che durante il mese di marzo 2020 hanno continuato a prestare servizio nella sede di lavoro. Il premio sarà rapportato ai giorni di effettiva prestazione lavorativa.

SOSPENSIONE LICENZIAMENTI

Sospesi per 60 giorni i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo.