Home

LE DICHIARAZIONI DI BERTIN SUL NUOVO DECRETO LEGGE SULL’EMERGENZA COVID

IL PRESIDENTE BERTIN: “PER BAR E RISTORANTI AL CHIUSO, IL PRIMO GIUGNO È TROPPO IN LÀ. RIAPRANO IL PRIMA POSSIBILE E PER TUTTO IL GIORNO, POSTICIPANDO IL COPRIFUOCO ALLE ORE 23”

In merito al Decreto Legge sull’emergenza Covid, all'ordine del giorno del Consiglio dei Ministri, il presidente di Confcommercio Veneto, Patrizio Bertin, rilascia la seguente dichiarazione: “Per bar e ristoranti, al chiuso, il primo giugno è troppo in là. Riaprano il prima possibile e per tutto il giorno, posticipando il coprifuoco alle ore 23”, afferma Bertin che si sofferma sulle tre “R”: “Dopo la resilienza è il momento della ripartenza, ma dev’essere effettiva e non parziale. Inoltre, già adesso non si perdere di vista la ricostruzione, che è la prossima fase e sfida da vincere, perché non possiamo farci trovare impreparati”.

“Lancio un appello alla responsabilità di tutti – sottolinea il presidente – affinché ciascuno faccia la sua parte per non buttare all’aria i risultati ottenuti con tanta fatica. Se c’è chi non rispetta le regole va sanzionato, ma sia data l’opportunità agli imprenditori di lavorare veramente e da subito, altrimenti c’è chi al primo giugno nemmeno ci arriverà”.

Venezia 23 aprile 2021