Home

SÌ AL GREEN PASS MA CON REGOLE CHIARE E SOSTEGNI FISCALI

GREEN PASS: IL LASCIAPASSARE PER LA RIPARTENZA ECONOMICA DEL NOSTRO PAESE.
BERTIN (ASCOM CONFCOMMERCIO): "VOGLIAMO REGOLE PIU’ CHIARE: GLI OPERATORI NON DEVONO ESSERE PENALIZZATI ULTERIORMENTE”

Vaccini e Green Pass come grimaldello per scardinare la situazione di emergenza in cui ci troviamo.

“Dobbiamo poter ripartire – ribadisce ancora una volta Bertin presidente dell'Ascom Confcommercio Veneto e di Padova, – le nostre attività non possono permettersi un ennesimo lock down, dal quale rischieremmo di non riprenderci. Abbiamo però assoluto bisogno di regole che siano chiare, semplici da applicare e rispettare ma soprattutto che non si traducano in una ulteriore penalizzazione per gli operatori”.

“Noi siamo quelli che abbiamo applicato con rigore tutti DPCM fin dal primo momento, cercando di mettere in sicurezza le nostre aziende e i nostri collaboratori, adottando i protocolli sanitari necessari – afferma Bertin – Non possiamo permetterci di tornare indietro. Come terziario siamo il comparto economico che più ha sofferto in questa crisi senza precedenti. Adesso le istituzioni pensino anche a misure di sostegno fiscale per consentire alle imprese di rialzare la testa”.

“Siamo assolutamente convinti che solo vaccinandoci tutti ed  utilizzando il Green Pass – continua Bertin – potremo garantire la frequentazione sicura dei posti di lavoro e delle attività commerciali, dai negozi alla ristorazione, dalle palestre agli alberghi, ai teatri e più in generale in ogni luogo in cui si venga a contatto con le persone, contribuendo a riportare la normalità nelle nostre vite e nella nostra economia”.

PADOVA 28 LUGLIO 2021