Home

LA RICERCATRICE SARA ZUMERLE "ADOTTATA" DALL'ASCOM NEL 2017 VINCE LA BORSA FONDAZIONE VERONESI

ERA STATA “ADOTTATA” DALL’ASCOM CONFCOMMERCIO DI PADOVA NEL 2017 LA RICERCATRICE SARA ZUMERLE DESTINATARIA DELLA BORSA DELLA FONDAZIONE VERONESI PER PROSEGUIRE GLI STUDI PER LA RICERCA DI NUOVE TERAPIE CONTRO IL TUMORE ALLA PROSTATA.
IL PRESIDENTE BERTIN: “GRANDE SODDISFAZIONE CHE PREMIA L’AVER PRIVILEGIATO LA RICERCA”

Avevano avuto l’occhio lungo all’Ascom Confcommercio quando, nel marzo del 2017, avevano annunciato l’”adozione” di una giovane ricercatrice nell’ambito della collaborazione che vede l’associazione di categoria a fianco del Vimm, l’Istituto Veneto di Medicina Molecolare presieduto dal prof. Pagano.
La ricercatrice in questione era Sara Zumerle, una giovane che, grazie all’intervento dell’Ascom Confcommercio, aveva potuto rientrare da Parigi e proseguire le sue ricerche a Padova.
Ora, alla dottoressa Zumerle, la Fondazione Veronesi ha assegnato una borsa di 30mila euro per proseguire gli studi per la ricerca di nuove terapie contro il tumore alla prostata.
 “E’ una grande soddisfazione – ha commentato Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova – vedere confermata la bontà delle nostre scelte. Quando abbiamo individuato nella collaborazione col Vimm il destinatario del nostro impegno economico, abbiamo voluto significare il valore che la nostra associazione ha sempre riconosciuto alla ricerca scientifica, soprattutto in ambito medico. Una scelta che, oggi, in presenza di una pandemia che sta condizionando la vita e le attività delle persone, è ancor più significativa”.

PADOVA 13 GENNAIO 2022