Home

LA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI E’ DISCRIMINATORIA PER GLI AMBULANTI DI FIVA ASCOM CONFCOMMERCIO PADOVA


IL PRESIDENTE SATTIN: “ALMENO SIA INCENTIVANTE E NON PENALIZZANTE”

“Discriminatoria”.
Non va tanto per il sottile il presidente della Fiva Ascom Confcommercio, Ilario Sattin, quando parla della lotteria degli scontrini che dovrebbe entrare in vigore all’inizio del nuovo anno.
"Ci sarebbe molto da obiettare – attacca - su uno Stato che, in assenza di una seria politica anti-evasione, si inventa una lotteria per convincere i consumatori nella richiesta dello scontrino e mette nel mirino, come fa ad ogni pie’ sospinto, l`intero settore commerciale, notoriamente “brutto e cattivo”.
Ovviamente se lo Stato intende adottare questa discutibile iniziativa è chiaro che lo può fare ma ciò che è profondamente scorretto è che lo faccia scaricando l`onere sulle categorie commerciali prevedendo pesanti sanzioni in caso di inadempienza da parte dell`esercente".
Sattin, soprattutto, rivendica le peculiarità del commercio su area pubblica."Lo Stato può organizzare tutte le lotterie che vuole - ribadisce - ma se ne deve assumere i costi relativi, sul piano finanziario e su quello organizzativo. Diversamente non c’è equità. E per quanto riguarda il commercio ambulante, le difficoltà di ordine burocratico (codice unico del cliente da registrare di volta in volta) unite a quelle ambientali (spazi aperti, orario limitato a qualche ora, ecc.)  potrebbero far sì che la clientela si convinca che è meglio preferire il centro commerciale ai nostri mercati”.Da qui la richiesta: “Se proprio non si vuole rinviare il decollo della lotteria – conclude il presidente della Fiva Ascom Confcommercio di Padova – almeno la si inquadri in un contesto incentivante e non penalizzante. In altre parole: niente sanzioni".PADOVA 4 NOVEMBRE 2019