Home

GRAZIE A FIDI IMPRESA & TURISMO VENETO OLTRE 50 MILIONI PER LE IMPRESE


GRAZIE A FIDI IMPRESA & TURISMO VENETO (CONFCOMMERCIO E CONFTURISMO), OLTRE 50 MILIONI DALLE BANCHE LOCALI PER LE IMPRESE DEL COMMERCIO, DEL TURISMO E DEI SERVIZI.
BERTIN (PRESIDENTE REGIONALE CONFCOMMERCIO E ASCOM PADOVA): "A FIANCO DELLE IMPRESE PER SUPERARE IL MOMENTO DRAMMATICO E PUNTARE ALLA RIPRESA"
Ammontano a 50 milioni di euro i vari plafond che le Banche di Credito Cooperativo che operano nel Veneto hanno accordato a Fidi Impresa & Turismo Veneto (il Confidi regionale del sistema Confcommercio e Confturismo) per sostenere le esigenze di liquidità delle imprese colpite dall’emergenza straordinaria Covid-19.
Si tratta di nuove linee di credito straordinarie che le imprese potranno richiedere, rivolgendosi alle loro banche per il tramite di Fidimpresa, per ottenere finanziamenti fino a 120 mila euro di durata tra i 18 e i 36 mesi e con preammortamento di 6 mesi a condizioni particolarmente vantaggiose sia da parte delle banche, che del Confidi.
"In un momento così difficile della nostra storia - dichiara il presidente di Confcommercio Veneto e Ascom Padova, Patrizio Bertin - appartenere ad un sistema organizzato, coordinato e di forte rappresentanza come Confcommercio e Confturismo acquisisce un valore inestimabile ed offre una speranza concreta alle migliaia di micro, piccole e medie imprese che oggi rappresentiamo".
"Ciò che abbiamo attivato - aggiunge il presidente di Fidimpresa, Massimo Zanon - è un grande sforzo di sistema, indispensabile per dare ossigeno alle nostre imprese, assicurando loro in questo delicato momento, le disponibilità liquide per far fronte agli urgenti impegni inderogabili nei confronti di dipendenti, fornitori e quant’altro, in attesa della  ripresa delle attività".
Però le imprese, in questo momento, hanno anche bisogno di rinegoziare mutui e finanziamenti.
"In effetti - aggiunge Monica Soranzo, presidente di Padova Hotels Federalberghi Ascom Confcommercio - oltre ad un'immissione di liquidità nel tessuto imprenditoriale del terziario e del turismo del Veneto, c'è bisogno di rinegoziare anche le moratorie sui finanziamenti e sui  mutui che dovranno necessariamente prevedere  le  nuove scadenze quanto meno nell’estate  del 2021. Un lavoro non semplice, per nulla scontato, per cui diventa decisivo il ruolo di Fidimpresa quale soggetto vicino a tutte le imprese turistiche della nostra regione per  assisterle e consigliarle".
"Fidimpresa - sottolinea Zanon - è dunque in prima linea presso tutte le delegazioni provinciali di Confcommercio e negli uffici  di Confturismo,  sia per offrire una consulenza specifica sulle moratorie governative a cui le imprese possono ricorrere, sia per un esame completo delle necessità finanziarie aziendali". 
L'invito agli associati è dunque quello di mettersi in contatto con gli uffici di Fidimpresa (a Padova, presso l'Ascom, telefono 049 8070854, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per cercare la migliore soluzione in questo delicatissimo momento storico "che rischia - conclude Bertin - di rappresentare, per molte imprese, un punto di non ritorno quando invece siamo chiamati a mettere in campo tutte le opportunità per far sì che le imprese superino le difficoltà in vista di una ripresa che speriamo avvenga il prima possibile".
Va ricordato comunque che Fidimpresa, oltre che con il sistema locale delle Banche di Credito Cooperativo, ha concluso accordi anche con Unicredit, Friuladria Credit-Agricole, Mps e Intesa Sanpaolo, sempre finalizzati alla messa a disposizione di linee dedicate al settore terziario.

Padova 26 marzo 2020