Home

FASE 2: LINEE GUIDA PER LA RIPARTENZA DEI NEGOZI DI MODA


LINEE GUIDA PER LA RIPARTENZA DEI NEGOZI DI MODA. 

CARTELLONISTICA E CKECK LIST DI AUTOCONTROLLO COVID – 19 FASE 2: LINEE GUIDA TRA OBBLIGHI DI LEGGE E BUONE PRASSI
In vista della riapertura dei NEGOZI DI MODA, FEDERAZIONE MODA ITALIA ha realizzato il documento "LINEE GUIDA PER LA RIPARTENZA  TRA OBBLIGHI DI LEGGE E BUONE PRASSI"
Uno strumento che vuole essere di supporto e accompagnamento alle imprese, con l’obiettivo di dare CONSIGLI PRATICI per lavorare in sicurezza e tutelare la salute dei collaboratori e dei clienti nella straordinaria emergenza da COVID-19
In linea con le raccomandazioni di mantenere quanto più uniforme a livello nazionale le previsioni stabilite nel Protocollo del 24 aprile 2020  (“Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 Marzo 2020, integrato il 24 Aprile 2020, sottoscritto dalla Confcommercio con le Organizzazioni sindacali FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTuCS-UIL, su invito del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell’Economia, del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, del Ministro dello Sviluppo Economico e del Ministro della Salute) il campo di applicazione è quello dei NEGOZI DI MODA e tiene conto dei seguenti documenti: 

- Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 “Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili” (per sei mesi e quindi fino al 31 luglio 2020), pubblicata in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 26 del 1° febbraio 2020; 
- Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione INAIL aprile 2020 in cui il Commercio al dettaglio del settore Moda viene inserito in una classe di rischio “MEDIO – BASSO”; 
- Decreto Legislativo n. 81 del 9 Aprile 2008 e successive modifiche ed integrazioni “Testo unico sulla salute e sicurezza del lavoro”; 
- DPCM 10 Aprile 2020 e ⦁ DPCM 26 aprile 2020 ed in particolare:
  § l’Allegato 4 “Misure igienico-sanitarie”                                                 
  § l’Allegato 5 “Misure per gli esercizi commerciali”                               
  § l’Allegato 6 “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali”                       
  § l’Allegato 10 “Principi per il monitoraggio del rischio sanitario”; 
- Circolare del Ministero della Salute n. 5.443 del 22 febbraio 2020

Le Linee Guida si dipanano in due STEP 

1. IL PROTOCOLLO DEL 24 APRILE 2020: LE COSE DA SAPERE PRELIMINARMENTE IN VISTA DELLA RIAPERTURA 
2. LA STRATEGIA PER LA RIAPERTURA 

Completano il documento la CARTELLONISTICA UTILE ed una CHECK LIST DI AUTOCONTROLLO per favorire una sorta di AUTOVALUTAZIONE del Datore di Lavoro nel rispetto delle caratteristiche dell’attività svolta nel dettaglio moda, sulla scorta delle prescrizioni contenute nel Protocollo del 24 aprile 2020.

CLICCA QUI PER SCARICARE LE LINEE GUIDA DI FEDERAZIONE MODA ITALIA PER LA RIPARTENZA DEI NEGOZI DI MODA TRA OBBLIGHI DI LEGGE E BUONE PRASSI

Padova 12 maggio 2020