Home

NUOVE DISPOSIZIONI DEL COMUNE DI PADOVA IN VIGORE FINO AL 3 DICEMBRE

ACCESSO ZTL E ORDINANZA ANTI-FUMO

Il Comune di Padova ha messo in atto alcune misure volte ad affrontare le conseguenze economiche legate all’emergenza sanitaria Covid-19.

Tra le più importanti, la sospensione fino al 31 gennaio delle rate dei piani di rateizzazione dovuti da avvisi di accertamento per debiti TARI, IMU, Cosap e imposta di pubblicità (su richiesta dell’interessato).

E’ previsto, inoltre, l’ingresso gratuito in ZTL dal 14 novembre 2020 al 10 gennaio 2021 per chi fa acquisti nei negozi o compra cibo da asporto, con segnalazione targa e indicazione del numero dello scontrino (del valore di almeno 20 euro), e con possibilità di sosta negli stalli contrassegnati dal colore bianco.

La regolarizzazione deve essere inoltrata esclusivamente tramite il portale istanze online (CLICCA QUI PER ACCEDERVI) , entro le 48 ore successive al transito in Ztl. Qualora la richiesta fosse successiva alle 48 ore, il varco non sarà regolarizzato ed il passaggio verrà sanzionato.  

Per accedere al Portale istanze online è necessario essere in possesso dello Spid (CLICCA QUI PER ISCRIVERTI) . Gli utenti, già in possesso delle credenziali di accesso a istanze online, possono continuare ad utilizzarle.

Per quanto riguarda i ristoratori che eseguono consegne a domicilio è previsto, inoltre, un pass gratuito previa segnalazione targa.

Per scoprire le altre misure, SCARICA QUI L'ELENCO COMPLETO.

CLICCA QUI PER LE ISTRUZIONI ACCESSO ZTL

L’Amministrazione comunale di Padova, con Ordinanza sindacale n. 53 del 20 novembre 2020, ha inoltre introdotto alcune restrizioni che coinvolgono i fumatori e, di conseguenza, i pubblici esercizi.

E’ vietato, quindi, fumare in corrispondenza e nei pressi delle fermate del trasporto pubblico locale, e nelle aree prospicienti e prossime gli istituti scolastici di ogni ordine e grado. E’ obbligatorio mantenere un distanziamento interpersonale di almeno 3 metri, in via continuativa, tra il fumatore e ogni altra persona presente in zona, fatti salvi i plateatici e le aree di somministrazione dei pubblici esercizi, dove permane il distanziamento di 1 metro.

La mancata osservanza delle nuove disposizioni comporta una sanzione a partire da 400 euro per il cittadino: non c’è responsabilità diretta dell’esercente.

L’ordinanza con le nuove limitazioni rimane in vigore fino a giovedì 3 dicembre compreso.

Padova 23 novembre 2020